Vacanza a 4 zampe

vacanza con pets

Con l’arrivo dell’estate, il caldo e le giornate che si allungano… il pensiero di molti di noi, dopo un faticoso anno dedicato a studio e lavoro, ci porta a contare i giorni prima delle meritate vacanze.

Ecco che allora i preparativi incombono: albergo prenotato, pieno di benzina fatto e valigia pronta… ma non ci stiamo dimenticando qualcosa? I nostri cari pets dove li mettiamo?

Grazie al cielo le campagne contro l’abbandono degli animali, stanno avendo un discreto successo (ahi noi ancora non come vorremmo) sensibilizzando molti proprietari, che per troppo tempo hanno visto il proprio animale come il regalino natalizio o il compagno di 350 giorni all’anno.

Ricordiamo che i nostri amici a 4 zampe e non, godono dei loro diritti e qualsiasi azione di maltrattamento, abbandono o altro, è perseguibile a norma di legge ( vedi art. 1 comma 3 Legge 189/2004)!!!

Pianificare una vacanza con il nostro amico fido

Fortunatamente stanno aumentando in tutta Italia ed all’estero il numero delle strutture ricettive pet friendly, dove cani e gatti sono ospiti desiderati, con aree appositamente studiate a “misura di animale” e dei loro padroni.

Quando pianificheremo una vacanza con il nostro fidato compagno, bisognerà sempre considerare diversi aspetti tra cui il viaggio in primis.

Sì… perchè viaggiare per molti animali può essere sinonimo di malessere, così come lasciare la “sicurezza” della propria abitazione.

Per alcuni cani ma soprattutto i gatti (animali abitudinari), il cambiamento risulterà una fonte di forte stress, quindi per poter partire in tutta tranquillità, basterà seguire poche ma importanti regole dettate dal buon senso, che ci permetteranno di vivere al meglio la nostra e la loro vacanza.

Documenti di viaggio e regolamentazioni

Organizzare una vacanza con al seguito i nostri animali d’affezione, richiede di adempiere ad obblighi e doveri da parte nostra, muovendoci per tempo (circa 2 mesi prima) in osservanza alle regolamentazioni sanitarie ed eventuali vaccinazioni.

Pertanto una volta scelta la meta del viaggio, nostra premura sarà di:

  • Portare in viaggio il libretto sanitario con annotate tutte le vaccinazioni fatte dal veterinario.
  • Passaporto del nostro pet rilasciato dal servizio sanitario (Asl locale – Dipart. veterinario), dove verranno annotate le vaccinazioni obbligatorie (vedi antirabbica) al fine dell’espatrio (paesi UE ed extra).
  • Microchip
  • Certificato di buona salute rilasciato dal nostro veterinario (consigliabile).
  • Trattamento antiparassitario preventivo contro malattie pericolose come la Leishmaniosi; paesi esteri nel bacino mediterraneo ed alcune regioni del sud Italia, oltre la Toscana, Liguria, Sardegna e Riviera adriatica, sono zone endemiche per questa malattia (flebotomi i suoi vettori pungono durante la notte).
  • Vaccinazione antirabbica per viaggi all’estero ed in alcune regioni italiane (vedi focolai di rabbia… es. il Trentino Alto Adige le volpi sono veicoli di trasmissione); da effettuarsi almeno 1 mese prima di partire!!!

N.B.: alcuni paesi stranieri hanno in materia di legislazione sanitaria, norme molto severe e siccome la legge NON ammette ignoranza, sarà bene informarsi in anticipo su restrizioni (vedi quarantena), vaccinazioni e documenti da portare con noi a tutela del nostro pet e della salute pubblica!!!

Vademecum del “pet viaggiatore”… consigli utili:

IL VIAGGIO

A seconda della meta prevista, decideremo come raggiungere il nostro luogo di soggiorno, avendo numerose alternative per spostarci in tutta tranquillità.

E’ utile informarsi con largo anticipo nel caso si decidesse di non muoversi con un mezzo proprio, contattando le compagnie marittime, ferroviarie o aeree, in merito ai regolamenti interni sul trasporto di animali.

Oltre alla documentazione prevista a norma di legge (vedi sopra), il trasporto pubblico prevede l’utilizzo di strutture o accessori omologati, utili a garantire l’incolumità dei nostri animali e dei passeggeri, come l’uso di trasportini, guinzagli, collari e museruole.

In auto con Fido… è forse il mezzo di locomozione consigliabile (laddove possibile) per tragitti brevi o a media distanza verso il posto di vacanza, in quanto ci permette di programmare al meglio gli spostamenti, valutando opportune soste per far rifocillare e sgambare (cani) i nostri animali, grazie alla presenza lungo le autostrade ad esempio, di aree di sosta a loro dedicate.

Importante: abituiamo sin da cucciolo il nostro animale a spostarsi in auto, per evitare problematiche da adulti come malesseri (mal d’auto), stress e altro, al fine di escludere “supporti” farmacologici non sempre salutari per lui.

LUOGHI DI VACANZA

Non importa dove decideremo di trascorrere le vacanze con l’animale; il mare, la montagna o una semplice gita fuori porta al nostro pet non interessa… sarà felice di essere con noi!!

Nostro compito sarà invece quello di garantire il benessere del pet, curandone l’igiene e la salute:

  1. Vacanze al mare: esistono ormai numerose strutture pet friendly, quali alberghi, ristoranti e dog beach, dove gli animali sono ben accetti, per poter trascorrere in serenità la vacanza con il nostro amico peloso.

Ricordiamoci di risciacquare con acqua dolce il corpo del nostro cane dopo un bagno in mare o per eliminare da occhi ed orecchie la sabbia.

Proteggere zone sensibili del suo corpo, come orecchie e addome, dai raggi solari, grazie a creme protettive anti-U.V. (studiate per il loro pH cutaneo).

Esistono in commercio anche pomate per i loro cuscinetti plantari  evitando fastidiose screpolature.

Evitare di esporre il proprio animale al sole durante le ore più calde della giornata, con il rischio di pericolosi colpi di calore (se dovesse succedere, abbassare la temperatura corporea con bagni di acqua fredda in attesa di un controllo dal vet).

2. Vacanze in montagna: anche in questo caso, utilizzeremo appositi filtri solari a protezione della loro cute o creme plantari.

Cani curiosi o che per “istinto” sono portati ad esplorare il territorio, andranno tenuti sotto controllo vista la presenza in montagna di dirupi o peggio ancora delle vipere.

LA VALIGIA DI FIDO ED ALTRI CONSIGLI

A volte per affrontare una vacanza con il nostro animale nel miglior modo possibile, basta portarsi dietro… regole ed abitudini da casa!! Quindi:

  • Alimentazione solita, senza variare il numero di pasti o le quantità; succede spesso che cambiando aria, il pet possa diventare “noioso” nel mangiare il suo cibo… non allarmatevi, un paio di gg. e tornerà alla normalità, questione di ambientamento!!
  • Giochi, cuscini ed oggetti di uso quotidiano ad esso graditi, per farlo “sentire a casa”.
  • Per quanto possibile e con un po’ di sacrificio, mantenere gli stessi orari di uscita per sgambature e bisogni fisiologici.
  • Portare dietro in caso di urgenza, una piccola cassetta di primo soccorso ed eventuali farmaci (dietro consiglio veterinario!!!)
  • Anche in vacanza così come a casa… le regole vanno rispettate (comandi, no fuori pasto etc.)
  • Coccole e gioco… più volte al giorno e per lunghi periodi (vivamente consigliati!!!)

Si avvicinano le vacanze, NON ABBANDONIAMOLI, rendiamo unici quei 15 giorni insieme a loro, perché il nostro animale ci amerà non solo per 350 giorni l’anno, ma per tutta la vita!!

“Un cane può trovare,

perfino nel più inutile di noi,

qualcosa in qui credere”

(Cit. E.V.Lucas)

Vacanza a 4 zampe ultima modifica: 2017-08-10T15:05:46+00:00 da lillypets
Share

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.